Sonetti in morte di Giuda (4) 

Sonetti composti nel 1788 e recitati lo stesso anno in Arcadia per la rituale adunanza del Venerdì Santo. Il successo è enorme tanto da suscitare invidie nei nemici del Monti. Per quanto concerne la loro importanza poetica, va notata la forte capacità espressiva che sovente indugia su particolari truci al fine di sottolineare il dramma di Giuda, che viene però visto dall’esterno e non dall’interno, sì da descrivere solamente alcune delle conseguenze visibili.