Alessandro Manzoni  

 

Il celebre autore dei Promessi Sposi. Ha una lunga amicizia col Monti che lo segue e lo guida negli anni turbolenti della sua giovinezza. Il Manzoni, fra l’altro, inizia la sua attività di poeta rifacendosi alle famose "visioni montiane": un esempio è fornito dal poemetto Urania e dal Trionfo della libertà, fiera invettiva contro la superstizione cattolica. (Ricordiamo che il Monti, durante il periodo cosiddetto repubblicano, compone un poemetto dal titolo la Superstizione).  

 Quando il Monti more, così il Manzoni: 

"Salve, o divino, cui largì natura
il cor di Dante e del suo duca il canto.
Questo fia il canto dell’età futura
Ma l’età che fu tua tel dice in pianto".